BruinoSpeciali

Messo da tre settimane, ecco come si presenta oggi lo spartitraffico davanti all’Ekom di Bruino

0

Non è durato nemmeno due settimane il “nuovo” spartitraffico giallo messo fuori dall’Ekom di via Torino a Bruino. Posizionato per evitare che le auto dirette verso l’incrocio con via Volvera accorciassero i tempi facendo una pericolosa inversione a U, l’ostacolo non è riuscito a svolgere bene il suo compito, infatti in tanti continuano a svoltare, nonostante il codice stradale lo impedisca. Tanto che lo spartitraffico ha riportato danni: la parte finale, quella più d’intralcio per chi gira, non c’è più, a furia di passarci sopra si è staccata.

Anche durante il nostro secondo sopralluogo un mezzo, una motocicletta guidata da un giovane in questo caso, ha svoltato senza poterlo fare. E per segnalare la manovra alle auto dietro, ha usato non solo la freccia, ma anche la mano sinistra.

Soluzioni alternative? Resta viva l’ipotesi di installare telecamere con cui monitorare la situazione e multare gli automobilisti indisciplinati. Ma quella è una strada provinciale, dunque non può intervenire direttamente il Comune di Bruino e la burocrazia, si sa, è lenta, quindi un nuovo intervento in tempi rapidi sembra escluso.

Dalla Val Sangone a Torino in tangenziale, non tutti sanno che l’autovelox di corso Regina Margherita…

Previous article

Disservizi e malfunzionamenti del trasporto pubblico, tavolo tra l’amministrazione di Rivalta e Gtt

Next article

You may also like

Comments

Leave a reply

More in Bruino