Giaveno

Sollevatore acquistato per la piscina di Giaveno, dopo l’estate finisce l’incubo

0

Ormai da diverso tempo si parla del guasto al sollevatore della piscina comunale di Giaveno che non permetterebbe alle persone disabili di entrare in vasca con facilità. Un problema che è stato sollevato anche durante il primo Consiglio e che ha ricevuto risposta da parte dell’amministrazione. In sostanza la piscina non fa capo al Comune di Giaveno ma all’Unione dei Comuni Montani Valsangone di cui Carlo Giacone, il primo cittadino, è stato presidente. “Ho sentito la società che gestisce la piscina”, ha fatto sapere proprio il sindaco, “loro hanno già fatto presente questo problema e, da quanto mi hanno detto, hanno già ordinato un sollevatore e questo dovrebbe arrivare presto, prima della fine dell’estate”.

Attività sospesa?

Le difficoltà di certo non sono mancate e non mancano. Alcuni istruttori, da quanto dichiarato dalla consigliera Marzia Marini, sono costretti a prendere in braccio alcune persone disabili per riuscire a farle scendere in vasca. Cosa pericolosa e che sarebbe meglio non fare. Però questo ha anche dato la possibilità di non sospendere l’attività, come confermato in aula da Giacone: “Fino a oggi gli istruttori stanno garantendo i corsi, anche quelli per disabili”, ha evidenziato, “da quanto so non si è mai sospesa l’attività”. Attività che al più tardi subito dopo l’estate tornerà alla normalità.

Cena “Siamo tutti diversi” a Bruino per un’amicizia senza barriere

Previous article

A Coazze screening gratuito dell’aneurisma dell’aorta ascendente a luglio

Next article

You may also like

Comments

Leave a reply

More in Giaveno