SanganoUncategorized

La soluzione per via Pinerolo Susa si chiama pedonale rialzato. In attesa della rotonda

0

Come vi avevamo anticipato, l’amministrazione di Sangano non è rimasta con le mani in mano ma si è attivata subito dopo l’ennesimo incidente in via Pinerolo Susa. Questa volta purtroppo si è trattato di un mortale, come anche a fine marzo quando un settantenne era stato investito mentre attraversava le strisce pedonali.

In mattinata la polizia municipale di Sangano, l’associazione nazionale carabinieri e il sindaco Alessandro Merletti hanno effettuato i sopralluoghi nei punti nevralgici di via Pinerolo Susa, quelli segnalati come più pericolosi che spesso coincidono con alcuni attraversamenti pedonali. Sono cinque in totale: gli incroci con via Venezia, via Rissone, via della Fontana, l’attraversamento pedonale di fronte al civico 37 (di fronte ci sono alcuni negozi tra cui Il Pianeta della Salute, il Falò, Biscottificio Sanganese) e il tratto in cui c’è stato l’incidente mortale di pochi giorni fa.

Tante ipotesi, ma…

Mettere in sicurezza una strada come via Pinerolo Susa non è semplice. Innanzitutto perché è molto lunga e quindi con molti “pericoli”, in secondo luogo perché è una strada che appartiene alla Città Metropolitana e quindi ogni intervento deve essere prima concordato con l’ente. A prescindere da chi metta i soldi. Il neo eletto primo cittadino ha comunque detto di voler intervenire subito e una delle ipotesi che sembra più realizzabile è la costruzione di piattaforme rialzate in corrispondenza degli attraversamenti pedonali. Una soluzione costosa ma di veloce realizzazione che, per capirci, è come un dosso ma molto più largo e con le strisce pedonali in mezzo. In attesa che questa soluzione possa prendere piede, dovrebbero essere colorati i perimetri delle strisce pedonali di rosso.

Due rotonde

Il tema della rotonda nel punto in cui sono avvenuti gli ultimi due incidenti stradali è stato molto dibattuto dai Sanganesi negli ultimi giorni. In origine erano due i progetti di rotatorie, non solo nel punto appena citato ma anche di fronte alla casa di riposo Villa Maria. Il tempo però è passato, la burocrazia ci ha messo del suo e oggi nessuna delle due rotonde esiste. Ma il futuro sarà sicuramente diverso perché soprattutto la prima è nei piani futuri visto che dovrebbero nascere nuove costruzioni, tra cui alcuni esercizi commerciali. Quanto ci vorrà? Questa purtroppo è un’incognita.

Non più doppia entrata/uscita

Per quanto riguarda invece il tratto su cui si sono verificati i due incidenti stradali, la soluzione nell’immediato potrebbe essere una modifica degli ingressi e delle uscite dal parcheggio del bar La Rotonda in modo tale che possano essere più sicuri. Così non ci sarebbe più una doppia entrata/uscita.

 

Sirene spiegate a Sangano di prima mattina, un uomo minaccia di buttarsi da una gru

Previous article

Tre tassi di aggirano a Rivalta in pieno giorno, la prova dal video di un cittadino

Next article

You may also like

Comments

Leave a reply

More in Sangano