Rivalta ex Casermette
Rivalta

Una passeggiata unisce Tetti Francesi a Gerbole: ai cittadini le ex Casermette

0

Finalmente a 18 anni dall’acquisto da parte del Comune di Rivalta, i terreni dell’ex deposito militare di artiglieria lungo l’asse di via Primo Maggio e via Carignano (tra i quartieri di Gerbole e Tetti Francesi), saranno restituiti alla cittadinanza entro il prossimo mese di ottobre. Sono infatti iniziati i lavori che trasformeranno gli oltre 100mila metri quadri di superficie (situati tra gli stabilimenti Avio e l’ex complesso industriale Fiat) in un luogo aperto al pubblico in cui ritrovarsi, svagarsi e socializzare.

La Zebra a Pois

Al centro del progetto una nuova piazza

Al centro del progetto di riqualificazione del verde alle ex Casermette c’è la nuova piazza da cui partiranno i percorsi lungo via Carignano e via Primo Maggio. Sarà utilizzato il vecchio ingresso in modo da rendere evidente, anche simbolicamente, l’apertura dell’area delle Casermette da sempre chiusa e inaccessibile. Ci sarà anche la realizzazione di uno spazio di incontro all’interno dell’area all’incrocio tra via Carignano e via Primo Maggio. Il collegamento pedonale continuerà anche lungo via Primo Maggio fino all’innesto con la viabilità che verrà realizzata in prossimità delle nuove residenze in via di costruzione. Sarà messa in sicurezza la torretta, così come il basso fabbricato adiacente, in modo tale da farlo diventare un elemento visivo di spicco. Infine sorgeranno un portico che la collegherà a via Carignano, alcune aree gioco per bimbi e spazi attrezzati con panchine e rastrelliere, a cui si aggiungono nuovi alberi e arbusti lungo il perimetro dell’intervento.

Costo totale 200mila euro

L’intervento è stato affidato alla ditta Green Keepers Subalpina di Orbassano. Il costo totale stimato è di 200mila euro e il tutto dovrebbe concludersi in 90 giorni, entro la fine del mese di ottobre. La superficie e i fabbricati dell’ex Casermette è stato acquistato dal Comune 18 anni fa dal Demanio per un milione e settecentomila euro. Gli interventi programmato fanno parte di un piano più ampio che prevede anche la costruzione di Atc di una palazzina di 18 alloggi da destinare a edilizia residenziale pubblica.

Impauriti dai cani, quattro escursionisti si perdono nei boschi di Forno di Coazze

Previous article

“Acqua, fuoco e musica”: il 13 settembre a Sangano tornano le fontane danzanti

Next article

You may also like

Comments

Leave a reply

More in Rivalta