Rivalta

Insulti agli agenti di Rivalta su Facebook, la municipale potrebbe denunciare i responsabili

0

Di esempi ce ne sono già e non molto distante dalla Val Sangone. A Nichelino a Orbassano alcune vigilasse furono insultate da un cittadino, successivamente condannato a pagare 1.500 euro, o a Leinì dove in quattro furono denunciati per diffamazione aggravata, oltraggio a pubblico ufficiale e istigazione alla violenza privata per aver attaccato la polizia locale in seguito ad alcune multe ricevute. Ora il rischio che qualcuno possa essere denunciato dalla polizia municipale di Rivalta per alcune questioni avvenute negli scorsi giorni, principalmente per l’autovelox installato in settimana su via Giaveno, è concreto.

A evidenziare come non possano più essere bersagliati senza intervenire è il comandante Giulio Facchini. “Sì potremo agire contro chi ci diffama sul web”, dice sottolineando che è una delle ipotesi da vagliare, ma che ancora non è stata presa alcuna decisione.

Sicuro è che al giorno d’oggi Facebook è un luogo in cui la denuncia è dietro l’angolo. Spesso le opinioni, soprattutto quando scritte in toni sopra le righe e in maniera offensiva, rischiano di finire poi davanti un giudice. E qualche volta succede davvero. La sensazione è che questa volta la passeranno tutti liscia, ma potrebbe essere l’ultima volta. I rivaltesi “leoni da tastiera” sono avvertiti.

Settimana con traffico rallentato a Bruino: nessun incidente, ci sono le pecore per strada

Previous article

Nuova apertura de Il Gigante a Rivalta, il supermercato cerca personale: tutte le info

Next article

You may also like

Comments

Leave a reply

More in Rivalta