Giaveno

Maggiore sicurezza a Giaveno, all’orizzonte nuove telecamere per proteggere i borghi

0

Sono quattro i principali concetti emersi dalla serata “Progetto Sicurezza” organizzata dall’Amministrazione in collaborazione con la Compagnia dei Carabinieri di Rivoli martedì 11 dicembre:

– Il primo è che il controllo del territorio è competenza esclusiva delle Forze dell’Ordine e di nessun altro;

– Il secondo è che sono assolutamente sconsigliate forme di ronde o similari da parte di cittadini;

– Il terzo è che bisogna fare molta attenzione a non creare situazioni che possono diventare strumento di allarmismo nei confronti della popolazione;

– Il quarto è che le telecamere installate sono strumenti di grande ausilio per il controllo del territorio e per le indagini.

Si è parlato anche di truffe, soprattutto ai danni degli anziani e di come prevenirle, e i Carabinieri presenti, il nuovo Capitano Giovanni Piscopo e il Maresciallo Antonio Ferraro, hanno sottolineato che per qualsiasi situazione problematica non bisogna esitare a comporre direttamente il 112 che è una forma immediata di sostegno, aiuto e intervento. Inoltre, hanno consigliato di allacciare gli antifurti al 112.

Un cittadino ha sottolineato il tema del Controllo di Vicinato a cui il Consigliere delegato alla Sicurezza, Marco Carbone, ha risposto che “si è iniziato un dialogo con la Prefettura e le Forze dell’Ordine per avere la possibilità, nei termini e nelle forme previsti dalla legge, di portare avanti un progetto di collaborazione tra le Forze dell’Ordine e singoli cittadini formati appositamente e riuniti in associazioni di controllo di vicinato, con una regolamentazione precisa e validata dalla Prefettura”.

Il Consigliere Carbone ha già contattato il Presidente della “Rete di Attenzione” e il Presidente nazionale dell’Associazione Controllo del Vicinato”, Ferdinando Raffero, per prendere i primi contatti e organizzare nelle prossime settimane degli incontri mirati sul tema. Infine, sulle telecamere ha chiesto al responsabile del software, in accordo con i Carabinieri, di aggiungere delle funzioni atte ad accelerare i processi di verifica e a creare un database propedeutico per la prevenzione.

Nei giorni scorsi, si è deciso di incrementare il servizio di convenzione con Sicuritalia nelle ore di massima allerta.

I settori Lavori Pubblici unitamente ai Vigili Urbani hanno in itinere la progettazione di un ulteriore impianto di sorveglianza dedicato a ogni ingresso strategico delle borgate e il potenziamento di impianti di illuminazione nelle zone critiche. Così come l’assunzione di nuovi agenti di polizia locale nel 2019.

“Spiace leggere sui social network dichiarazioni del tipo [Spero che vadano a rubare a casa di sindaco e assessori così magari cambiano idea], perché sono commenti che si squalificano da soli – conclude l’amministrazione – Non abbiamo bisogno di cambiare idea, sappiamo che il problema esiste e lo stiamo affrontando”.

Aggiunge il Sindaco, Carlo Giacone: “I Consigli dati dal Comandante dei Carabinieri Piscopo sono molto utile e spero che chi ha partecipato alla serata possa farne tesoro. Non esitiamo a contattare il 112 per qualsiasi comunicazione e, se muniti di antifurto, collegarlo alla stazione dei carabinieri. È stato un momento di incontro e di informazione molto utile. Mi spiace per i cittadini che sono stati colpiti da questi fatti criminosi, mi auguro che presto possiamo ritornare alla tranquillità”.

Cercatore di funghi si fa male nei boschi di Coazze, salvato dal soccorso alpino

Previous article

A Rivoli il corso per educatore cinofilo, si inizia il 10 gennaio

Next article

You may also like

Comments

Leave a reply

More in Giaveno