Villarbasse

“I cittadini ‘contribuenti’ di Vilarbasse hanno segnalato indignati il disservizio di rimozione neve, eppure…”

0

E’ vero che viviamo in un periodo in cui lamentarsi è diventato quasi uno sport nazionale e Facebook non fa che alimentare quanti vogliono esprimere il proprio dissenso su qualunque cosa, ma tante volte le critiche hanno più di un fondo di verità. La neve degli scorsi giorni e quella delle scorse ore ha monopolizzato i social network con fotografie e video di strade impercorribili (in particolare quelle non principali) e incidenti che si sarebbero potuti ampiamente evitare con l’asfalto asciutto. Tant’è che a Villarbasse molti hanno invocato il sindaco e l’amministrazione comunale chiedendo a gran voce il sale sulle strade.

Tra i richiedenti c’è anche il consigliere comunale Paolo Oreste Giardino del gruppo “Noi siamo Villarbasse” che già lo scorso 4 dicembre aveva posto un’interrogazione scritta al primo cittadino Eugenio Aghemo in cui, dopo aver constatato l’approvazione del regolamento del servizio di rimozione neve e spargimento sale, ha sottolineato come i cittadini “contribuenti, indignati, hanno pubblicamente segnalato il disservizio nel ritardo del servizio sopraccitato, nonostante l’allerta neve e il rischio ghiaccio fosse già stato segnalato, questo fatto ha creato non pochi disagi alla viabilità e all’incolumità dei cittadini. Lo stesso disservizio è stato rilevato anche lo scorso anno”. Aggiunge poi il consigliere: “Si constata inoltre che molte strade rimaste innevate e bagnate risultano ghiacciate, scivolose e pericolose all’attraversamento pedonale, alla viabilità anche con pneumatici da neve”.

All’interrogazione, fino a ieri, non era stata ancora data una risposta, nonostante siano passati quasi tre mesi e sul torinese sia tornato a nevicare, come fosse un dejavu di quei giorni di dicembre. “Noi siamo Villarbasse sta chiedendo dal 4 dicembre all’amministrazione comunale di rispondere al disservizio sul servizio rimozione neve lamentata dai cittadini”, dice oggi il consigliere Giardino, “in questi giorni il problema si è ripresentato. Con le prossime nevicate e gelate previste cosa accadrà?”.

Le domande del consigliere hanno ricevuto una risposta proprio ieri. O meglio, la risposta scritta che gli è arrivata dagli uffici comunali è firmata 27 dicembre 2017, quindi a meno di un mese dall’interrogazione. Sembrerebbe esserci stato un “disguido informatico” che non avrebbe fatto arrivare la risposta del primo cittadino al consigliere.

Il sindaco Aghemo, nella sua risposta all’interrogazione del 4 dicembre 2017, ha risposto che gli interventi c’erano stati ed era stato lui stesso a dirigerli. “Ho riscontrato minimi disservizi per i cittadini e per la circolazione stradale”, scrive il primo cittadino, “di sicuro qualche isolata e sporadica lamentela vi è stata e vi posso dire che detti cittadini pretendevano che il servizio pubblico dello sgombero neve si effettuasse inopinatamente nelle loro vie private. Quindi smentisco decisamente che vi siano stati disservizi che hanno causato grave pericolo alla cittadinanza e spreco di soldi pubblici. Agli atti del Comune non abbiamo riscontri di proteste o altro”.

Scende di nuovo la neve, (questa volta) il Comune dà alcuni consigli ai cittadini

Previous article

Melissa Maritano orgoglio della Croce Rossa di Giaveno: il 15 marzo diventerà Alfiere della Repubblica

Next article

You may also like

Comments

Leave a reply

More in Villarbasse