Sangano

La campionessa di Sangano, la bellissima storia di Martina (e delle sue tre medaglie)

0

Questa è una di quelle storie belle da raccontare. Martina Cipolla, 18 anni, è una sanganese affetta da sindrome di Down che ha una grandissima voglia di vivere, di lottare e di vincere, cosa che le riesce particolarmente bene. Lei, che è una provetta nuotatrice, nell’ultima edizione dei nazionali di Special Olympics ha vinto tre medaglie: un bronzo, un argento e anche un oro.

Grazie a due allenamenti a settimana con la sua società, la ASD Pandha di Torino, Martina è arrivata prontissima alle Special Olympics. In primis ha conquistato il terzo posto insieme alle sue compagne di squadra Samuela, Alessandra ed Elena nella staffetta 4×25, poi l’argento nell’individuale 25 metri stile libero e infine il podio più alto nella sua specialità, la stessa che le fece vincere l’oro già un anno fa con un tempo più alto, i 25 metri dorso individuale.

Il traguardo per Martina è stato davvero prestigioso e lei è uno dei fiori all’occhiello dell’ASD Pandha che, per l’evento, aveva portato 28 tesserati. A proposito delle Special Olympics, quest’anno, dal 4 al 9 giugno a Montecatini Terme, hanno partecipato ai giochi nazionali estivi oltre 3.000 atleti provenienti da tutta Italia, a cui si sono aggiunti i 1.300 volontari, i 650 tecnici, i 600 delegati e accompagnatori e i 1.400 familiari. Insomma numeri importanti.

Martina Cipolla, che a settembre compirà 19 anni, nella vita studia all’ITC Galileo di Avigliana dove ha appena concluso il terzo anno ed è tanto appassionata di “acqua” da essere anche un provetta subacquea e a breve prenderà il brevetto per passare dai 12 ai 18 metri con HSA Italia. Non solo: fa anche parte dell’associazione Onlus “I Buffoni di Corte” di Torino dove frequenta un corso di danza moderna da diversi anni e un progetto di autonomia abitativa.

Manca poco alla grande festa di Bruino, sabato e domenica torna il Palio dei Borghi

Previous article

A Bruino torna il “Cinema sotto le stelle”: quattro gli appuntamenti a luglio

Next article

You may also like

Comments

Leave a reply

More in Sangano