Coazze

“Lo Stato ha vinto”, a Coazze l’ex abitazione di Iervasi diventa il “rifugio della legalità”

0

“Oggi a Coazze lo Stato ha vinto: la consegna alla comunità locale di un bene strappato alle mafie è un duro colpo per loro e un’importante affermazione della legalità”. Parole del presidente del Consiglio regionale Nino Boeti, presente all’inaugurazione del “rifugio della legalità” a Coazze, una struttura che darà ospitalità alle donne vittime di violenza, nato in via Matteotti 12, in quella che fino al 2012 è stata l’abitazione di Nicola Iervasi, condannato insieme al figlio Vincenzo in seguito all’operazione antimafia Minotauro.

L’abitazione era stata consegnata all’amministrazione nel 2017 e, grazie a un progetto finanziato dalla Regione e dalla cooperativa Frassati (che la gestirà la struttura), è stato possibile realizzare il rifugio che sarà di grande aiuto per le donne vittime di violenza.

Inizia il Carnevale a Giaveno, questa sera grande sfilata dei carri con navetta gratuita

Previous article

Restaurazione e riqualificazione a Giaveno, Palazzo Marchini si rifà il look

Next article

You may also like

Comments

Leave a reply

More in Coazze