Uncategorized

Chiara Appendino sceglie l’ex sindaco di Rivalta come suo capo di Gabinetto

0

Un pezzo di Rivalta amministra Torino. Ormai lo si può dire senza incertezze visto che, dopo la nomina di Guido Montanari ad assessore all’Urbanistica e poi a vicesindaco di Chiara Appendino, anche Mauro Marinari, già primo cittadino di Rivalta dal 2012 al 2017, entra a far parte dell’amministrazione del capoluogo.

Quello di Marinari è un incarico molto importante, quello di capo del Gabinetto della sindaca. Posto lasciato vacante a ottobre da Paolo Giordana, dimessosi dopo un’intercettazione che evidenziava come avesse chiesto di togliere la multa a un amico all’amministratore delegato di Gtt. Dovrà occuparsi dei più stretti collaboratori di Appendino e di fatto interfacciarsi con la prima cittadina e con i consiglieri di maggioranza, oltre che con il resto della Giunta comunale.

Marinari era stato eletto a Rivalta nel 2012 con la lista civica “Rivalta Sostenibile”. Nel 2017 poi era arrivato al ballottaggio contro il futuro vincitore Nicola De Ruggiero. Già in quell’occasione il Movimento 5 Stelle aveva appoggiato Marinari, soprattutto perché è un convinto No Tav e ambientalista.

Il nuovo capo di Gabinetto, classe 1956, è già un dipendente del Comune di Torino e svolge la funzione di animatore culturale e occupandosi di progettazione, coordinamento e realizzazione di tavoli di lavoro, attività, iniziative ed eventi socio culturale.

Ritrova Guido Montanari che, già nel suo mandato, aveva svolto il ruolo di vicesindaco.

“Una bella avventura, un grande impegno, una forte responsabilità mi aspettano”, ha scritto su Facebook, “confido nella mia passione, nel mio entusiasmo e nel grande progetto di cambiamento che Chiara Appendino, la Giunta e tutta la maggioranza consiliare stanno portando avanti”

Mangiare un primo piatto e fare del bene: a Sangano torna “Pasta sotto le stelle”

Previous article

Profonda buca in strada tra Giaveno e Valgioie, grosso rischio per gli automobilisti

Next article

You may also like

Comments

Leave a reply