Casa della Salute Rivalta Bruino
Ex biblioteca di Rivalta © valsangonelife.it
BruinoRivalta

Casa della Salute di Rivalta e Bruino: iniziati i lavori, a ottobre 2019 sarà realtà

0

Il prossimo ottobre sarà tutto realtà: la ex biblioteca comunale “Silvio Grimaldi” di Rivalta diventerà (anzi sta diventando perché i lavori sono in corso) una Casa della Salute che servirà non solo i Rivaltesi, ma anche i residenti di Bruino grazie al coinvolgimento in tutto di 18 medici (7 di medicina generale) e di ambulatori specialistici e infermieristici.

Sede distaccata a Bruino

Se in piazza Martiri a Rivalta opereranno 7 medici di medicina generale e un pediatra, a Bruino ci sarà la sede distaccata della nuova Casa della Salute con 4 medici di medicina generale. Altri medici continueranno a operare nei propri studi, a Bruino e nelle frazioni Pasta, Tetti Francesi e Gerbole di Rivalta. In totale, dunque, sarà coinvolta un’utenza di 30.000 cittadini.

Nuovi servizi sanitari

Il cantiere che trasformerà la vecchia biblioteca (spostata all’interno del Castello poco distante) ha aperto i battenti a metà aprile e dovrebbe terminare nella seconda settimana di ottobre 2019. Sarà aperta dal lunedì al venerdì per 12 ore al giorno. Il progetto, come hanno fatto sapere dall’amministrazione, punta a racchiudere in un unico luogo più attività, dalla medicina di base ad ambulatori specialistici e infermieristici, potenziando di fatto la rete delle cure primarie. Un ampliamento dei servizi anche dal punto di vista amministrativo con ritiro dei referti, cambio del medico o prenotazioni di esami e visite specialistiche. Sarà tutto fattibile in piazza Martiri. “L’obiettivo è ridurre il disagio dei continui spostamenti, specie per chi ha malattie croniche e per le fasce deboli della popolazione”, fanno sapere da Palazzo Civico, “Sarà un centro in cui verranno svolte anche alcune attività di monitoraggio delle principali patologie di cui soffre la popolazione in modo da prevenire l’insorgere di malattie croniche attraverso la promozione della salute e dei corretti stili di vita”.

Progetto finanziato dalla Regione Piemonte

Molto probabilmente senza il finanziamento della Regione Piemonte non sarebbe stato subito fattibile il progetto. Da Palazzo Lascaris c’è stato il sì a un contributo di 230mila euro per l’avvio e il primo anno di gestione, a cui si aggiungono i 400mila euro messi a disposizione dal Comune di Rivalta stesso.

Una domenica a Giaveno tra gatti, mostre sul passato, cuscini ricamati e opere di Alessandri

Previous article

Il 31 maggio a Sangano è la Giornata del Pulcino, pulcini in omaggio all’ex Mulino di via Bonino

Next article

You may also like

Comments

Leave a reply

More in Bruino