Rivalta

Polizia con autovelox “nascosta” a Rivalta, le foto mandano su tutte le furie gli automobilisti

0

Polemiche a non finire per due fotografie postate nella giornata di ieri sul gruppo Facebook “Sei di Rivalta se…” che immortalavano i vigili urbani in azione con l’autovelox sulla SP 183 in direzione Orbassano. Gli agenti della polizia municipale erano posizionati in frazione Gerbole, nello stradone che da Bruino porta a Rivalta.

Le due cose che hanno mandato su tutte le furie residenti e automobilisti sono date dal modo di rilevare la velocità, cosa ritenuta da tutti sacrosanta e assolutamente legittima. Questa però, come mostrano le fotografie, sarebbe avvenuta senza preavviso per chi stava percorrendo la provinciale visto che il cartello “Controllo elettronico della velocità” è stato posizionato a meno di un metro dall’apparecchiatura di rilevamento (e all’auto stessa), e, in secondo luogo, non c’è stata possibilità di identificare la Fiat Stilo dei vigili perché questa si presentava completamente bianca, senza alcuna scritta, e in sosta a lato della carreggiata.

Le fotografie, a scanso di equivoci, sono state scattate nella mattinata di ieri, lunedì 12 marzo, alle 9.40 di mattina. Il comportamento dei vigili è stato criticato da molti che ora temono di ricevere la multa. Ricordiamo che in quel tratto di strada la velocità massima consentita è di 50 chilometri orari.

Il comportamento della polizia municipale in questo caso è stato corretto o scorretto? Su questo il codice della strada non specifica nulla, ma una risposta la si può trovare in circolari ministeriali, nelle direttive dei ministri e in diverse sentenze di Cassazione, Corte Costituzionale e anche di Prefetti e Giudici di Pace.

Sostanzialmente non c’è una distanza tra cartello e autovelox precisa. L’importante però, ha stabilito proprio la Cassazione, è che il cartello sia installato “con adeguato anticipo rispetto al luogo ove viene effettuato il rilevamento della velocità e in modo da garantirne il tempestivo avvistamento, in relazione alla velocità locale predominante”. Cioè si valuta in base al tipo di strada e a quanto corrano i veicoli su quel tratto. Ovviamente nelle fotografie pubblicate non c’è la minima distanza.

Concorso a Bruino: la polizia municipale cerca un agente full time e a tempo indeterminato

Previous article

Sangano, la storia di Fabrizio: «A 30 anni ho le idee chiare, voglio fare la pasta»

Next article

You may also like

Comments

Leave a reply

More in Rivalta