BruinoCoazzeGiavenoReanoRivaltaSanganoTranaValgioie

Dalla Val Sangone a Torino in tangenziale, non tutti sanno che l’autovelox di corso Regina Margherita…

0

Ogni giorno tantissimi valsangonesi utilizzano la tangenziale Nord per raggiungere Torino. Tutti lo sanno che arrivati in corso Regina Margherita il limite di velocità scende a 70 chilometri orari. Meglio rispettarlo perché da oltre dieci anni è stato installato un autovelox fisso (fatto da diverse telecamere) che fotografa e sanziona gli automobilisti con il piede pesante. E le multe, in questi casi, sono sempre piuttosto salate.

Non tutti sanno però che dal 23 marzo 2016 l’impianto è spento. Le telecamere iniziavano a essere obsolete e non più precise e l’allora amministrazione di Piero Fassino decise di oscurarle, ma senza pensare alla manutenzione o sostituzione. Cosa che invece ha fatto la Giunta Appendino, mettendo a disposizione 200mila euro, soldi spesi per acquistare nuova strumentazione. Fatto sta che da quasi due anni nessun automobilista viene multato.

Per gli ultimi aggiornamenti abbiamo contattato l’assessorato alla Viabilità del Comune di Torino e la polizia municipale del capoluogo. La situazione oggi è questa: il nuovo impianto di autovelox è stato già installato da una settimana circa e, prima della riaccensione ufficiale, servono i “collaudi” della polizia municipale. Il prossimo sarà fatto nella giornata di martedì, ma non è detto che sia l’ultimo. Potrebbero volercene ancora.

Per dare una data di riattivazione, come ci è stato detto dall’assessorato, “dovrebbero volerci un paio di settimane”. Il tutto naturalmente sarà ufficializzato con un comunicato stampa.

Nuove piste ciclabili a Rivalta, il Comune “vuole sfruttare” i 10 milioni della Regione ma chiede ai cittadini

Previous article

Messo da tre settimane, ecco come si presenta oggi lo spartitraffico davanti all’Ekom di Bruino

Next article

You may also like

Comments

Leave a reply

More in Bruino